L’IVA, ovvero, l’imposta sul valore aggiunto è applicata al costo totale del servizio di energia elettrica. In questo momento l’imposta sul valore aggiunto è applicata al totale corrispettivo per la fornitura (corrispettivo di potenza, corrispettivo punto di prelievo, energia, accisa, addizionali enti locali) e ammonta al 22%.   Sebbene non esistano agevolazioni sull’IVA per i clienti domestici, sono previste nel nostro Paese misure per andare incontro alle famiglie che vivono delle difficoltà economiche. Queste misure coincidono con il Bonus sociale per la fornitura di energia.     Leggi anche Monitoraggio quotazione gas naturale: le info necessarie    

Consulta le Offerte Luce e Gas del momento